Dettagli del Corso

Esci dal Corso che stai guardando e seleziona altri CorsiFormazione Residenziale[RES][5 ECM]
Risultati dello Studio BPCO nella USL 8 Arezzo:
Riflessioni e impatto sulle strategie di trattamento
Arezzo, 21 Febbraio 2015
(Corso concluso)
ID Provider 182 - Standard
Ragione Sociale DATRE S.r.l.
Dichiarazione di responsabilità

DATRE è responsabile della realizzazione del corso, della qualità scientifica e didattica e dell’integrità etica del contenuto formativo del corso stesso.
Riconosce espressamente che l’attività formativa realizzata attraverso il corso è finalizzata esclusivamente allo sviluppo delle conoscenze scientifiche e delle competenze tecnico professionali in ambito sanitario ed è, pertanto, obiettiva ed indipendente da interessi commerciali.

Evento n. 114577
Edizione n. 1
Titolo Risultati dello Studio BPCO nella USL 8 Arezzo:
Data accreditamento 21 Febbraio 2015
Crediti conseguibili entro il 21 Febbraio 2015
Destinatari (qualifica/disciplina)
  • Medico chirurgo / Allergologia ed immunologia clinica (Base)
  • Medico chirurgo / Angiologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Cardiologia (Base)
  • Medico chirurgo / Chirurgia generale (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Chirurgia maxillo-facciale (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Continuit√† assistenziale (Base)
  • Medico chirurgo / Dermatologia e venereologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Ematologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Endocrinologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Gastroenterologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Genetica medica (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Geriatria (Base)
  • Medico chirurgo / Malattie dell'apparato respiratorio (Base)
  • Medico chirurgo / Malattie infettive (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Malattie metaboliche e diabetologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Medicina dello sport (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Medicina fisica e riabilitazione (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Medicina generale (medici di famiglia) (Base)
  • Medico chirurgo / Medicina interna (Base)
  • Medico chirurgo / Nefrologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Neurologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Oncologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Ortopedia e traumatologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Otorinolaringoiatria (Base)
  • Medico chirurgo / Reumatologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Scienza dell'alimentazione e dietetica (Equipollente)
N. di partecipanti accreditabili 30
Durata dell'attività formativa 6 ore
Crediti assegnati 5.0
Quota di partecipazione gratis
Sponsorizzazioni Laboratori Guidotti
Responsabile Scientifico Dr. Biagini Marco
Razionale Scientifico

In Italia la BPCO causa 18 mila decessi l'anno, pari al 47% delle morti per malattie respiratorie. Oggi solo il 50% dei malati viene diagnosticato (età media 55 anni), spesso con grave ritardo (un caso su tre), allontanando nel tempo le possibilità di terapia e prevenzione delle complicanze. Il 4-6% degli adulti europei soffre di BPCO clinicamente rilevante. Nella Regione Toscana si stima che i pazienti con più di 65 anni, affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) siano circa 100.000. Per quanto riguarda i ricoveri nell'anno 2008 per il solo DRG 088 “Malattia polmonare cronica ostruttiva” si stima che questo rappresenti, per tutte le dimissioni, l'1,1%, per la classe di età 65-74 anni, e nella classe di età oltre i 75 aa l'1,8%, tenendo conto che i DRG correlati alla BPCO sono anche, ad esempio, lo 087 (Insufficienza Respiratoria Acuta) e il 475 (necessità di ventilazione assistita). La complicanza più frequente della BPCO è l’Insufficienza Respiratoria Cronica, con necessità di avvio a ossigenoterapia a lungo termine (OTLT). Scopo precipuo della piattaforma Chronic Care Model (CCM) è quello di evidenziare nelle fasi più precoci la BPCO, con esecuzione della spirometria e successivo inquadramento di gravità in base alle Linee Guida, come le GOLD. Lo Studio BPCO condotto nel biennio 2013/2014 nella USL 8 Arezzo ha permesso di focalizzare numerosi punti fondamentali riguardo le strategie diagnostico/terapeutiche dei MMG.

Premessa. Lo studio si poneva i seguenti obiettivi: 1) Formare i Medici di Medicina Generale, gli Infermieri e gli OSS dei Moduli Chronic Care Model alla diagnostica strumentale, delle complicanze e dell'impatto sulla qualità della vita della BPCO (Spirometria, Test di broncodilatazione, Saturimetria, somministrazione di Scale valutative, compilazione Cartelle specialistiche), 2) Valutare la sensibilità diagnostica dei Medici di Medicina Generale riguardo la BPCO, 2) Valutare la appropriatezza delle terapie inalatorie prescritte dai MMG in base alla stratificazione dei pazienti per Stadio di gravità (Linee Guida internazionali GOLD), 3) Sulla scorta dei rilievi ottenuti, intervenire con la metodica degli Audit clinici per migliorare la sensibilità diagnostica e l'appropriatezza prescrittiva dei MMG.

METODI. 40 Medici di Medicina Generale appartenenti ad 8 Moduli di Chronic Care Model hanno aderito allo Studio, per un bacino di utenza di circa 50.000 persone. La formazione riguardo alle metodiche dello Studio e la diagnostica strumentale (Spirometria, Test di broncodilatazione, Saturimetria, somministrazione di Scale valutative, compilazione Cartelle specialistiche) è avvenuta, con proiezione ripetuta di due medici specialisti e di un Infermiere DS Professional in Broncopneumologia della U.O.S. Pneumologia Territoriale, presso le sedi dei Moduli di CCM di tutto il territorio della USL 8 Arezzo (Moduli per Zona: 2 Aretina, 2 Casentino, 2 Valdichiana, 1 Valtiberina, 1 Valdarno) e presso le 5 Sedi Ambulatoriali Zonali della U.O.S. Pneumologia Territoriale con proiezione del personale di CCM. Sono stati eseguiti anche 2 incontri formativi preliminary collettivi Interzonali presso una sede comune in Arezzo, per la verifica di apprendimento e la discussione dei preliminari allo Studio. Successivamente i MMG di ogni Modulo CCM hanno arruolato pazienti ritenuti affetti da BPCO, solo sulla base dell'anamnesi e della valutazione clinica. Questi pazienti sono stati quindi sottoposti presso i Moduli (in massima parte con tutoraggio diretto da parte di operatori della U.O.S. Pneumologia Territoriale) a Spirometria, Test di broncodilatazione, Saturimetria, somministrazione di Scala CAT, inserimento dati in Cartella specialistica dedicata. I dati complementari, nonchè quelli relative alla terapia inalatoria in atto sono stati tratti dale Cartelle del Sistema Millewin a disposizione dei MMG. Tutti i dati ottenuti sono stati inseriti dagli operatori della U.O.S. Pneumologia Territoriale in Database dedicato e successivamente elaborati. Sono stati eseguiti, con i dati preliminari ed in itinere, 5 Audit clinici Zonali (il Casentino su Arezzo) per la discussione e la correzione delle strategie di approccio diagnostico/terapeutico al paziente con BPCO.

Risultati. Sono stati arruolati 1151 soggetti (Età media 71,71 anni, 713 maschi e 438 femmine), di cui 663 sono risultati realmente affetti da BPCO (sensibilità diagnostica globale dei MMG pari al 57,6%). 72 pazienti sono risultati affetti da ASMA e non da BPCO. Il 57% dei soggetti arruolati era già in trattamento con farmaci inalatori per BPCO prima della conferma diagnostica strumentale, mentre 240 su 1151 erano trattati per BPCO in assenza di malattia.

Conclusioni. Lo studio ha permesso di formare alla corretta diagnosi clinico/strumentale di BPCO gli operatori dei Moduli di CCM (MMG, Infermieri e OSS), nonchè di evidenziare i comportamenti non corretti che hanno determinato una bassa sensibilità diagnostica. . I take home messages degli Audit clinici e di tutto lo Studio sono stati che nessun paziente dovrà ricevere in futuro una diagnosi di BPCO e la relative terapia, senza un approccio anamnestico/clinico/strumentale adeguato (obbligatoria la spirometria con test di broncodilatazione). La U.O.S Pneumologia Territoriale, con i suoi operatori, costituirà la guida ed il riferimento, con monitoraggio costante, per poter mantenere standard qualitativi adeguati.

Obiettivi Formativi

Lo scopo del corso è formare alla corretta diagnosi clinico/strumentale di BPCO gli operatori dei Moduli di CCM (MMG, Infermieri e OSS), nonchè di evidenziare i comportamenti non corretti che hanno determinato una bassa sensibilità diagnostica. Inoltre un altro fondamentale obiettivo sarà valutare l'interazione tra MMG e specialisti nell'ottica di una migliore gestione della malattia. Infine aspetti pratici del trattamento della malattia e del suo riconoscimento saranno discussi nella sessione delle prove pratiche.

Obiettivo Nazionale di riferimento
Integrazione tra assistenza territoriale ed ospedaliera
Argomenti delle lezioni

Vedi programma allegato

Verifica "Qualità percepita"

Scheda di valutazione (compilazione obbligatoria), spazio per la segnalazione di suggerimenti e commenti anonimi.

Chiudi la Scheda di Progetto

© 2000 - 2021 DATRE - P.I. 01898870462

Contatti - Condizioni d'uso - Cookie & Privacy Policy